Radicali liberi: cosa sono e perché influiscono sull’invecchiamento

Nemici della giovinezza e amici dello stress ossidativo, i radicali liberi sono tra i principali responsabili dell'invecchiamento cutaneo, quel processo cronico e fisiologico che interessa ciascuna cellula dell'organismo e che a livello della pelle si manifesta con la comparsa di rughe, macchie, perdita di idratazione, scarsa tonicità ed elasticità. L’invecchiamento delle cellule è influenzato da numerosi fattori intrinseci (interni al nostro organismo) ed estrinseci (esterni al nostro organismo) che inducendo un'eccessiva produzione di radicali liberi possono alterarne l'attività con possibile insorgenza di danni cellulari.
Cosa sono i radicali liberi?

Sono sostanze di scarto che si formano come conseguenza del metabolismo cellulare e come tali sono eliminate da ogni singola cellula attraverso meccanismi specifici. Si tratta quindi di molecole instabili, naturalmente presenti nel nostro corpo, la cui azione nociva per l’organismo viene bloccata dalla presenza degli antiossidanti.

In sintesi il radicale libero, avendo solo un elettrone sul suo orbitale esterno, cerca stabilità rubandone uno a un atomo sano o legandosi ad altri radicali liberi. Ciò innesca un meccanismo a reazione che nel tempo può dar luogo a una serie di danni e conseguenze negative per il benessere del corpo e della pelle, per questo risulta fondamentale l’azione degli antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi, prevenendo lo stress ossidativo e quindi l’invecchiamento precoce.

Come si formano i radicali liberi?

Diversi studi condotti hanno dimostrato che buona parte degli input alla produzione di radicali liberi avviene dall'interno, come conseguenza del metabolismo corporeo e della respirazione. Ma non solo, anche lo stress psico-fisico cui tutti noi siamo sottoposti determina una serie di disagi all'organismo che un sonno rilassante e ristoratore non riesce a "riparare"; pasti frettolosi e non bilanciati impediscono le corrette funzioni gastro intestinali o ancora l'eccessiva produzione di adrenalina può influenzare negativamente respirazione e ritmo cardiaco. Tutto questo causa un'eccessiva produzione di radicali liberi.

Può succedere però che la sollecitazione da parte dell'ambiente esterno dovuta a smog, inquinamento, fumo, raggi UV oppure il rallentamento delle funzioni interne dell'organismo possano causare una maggiore produzione di tali elementi reattivi che, non riuscendo ad essere smaltiti, inducono un vero e proprio sovraccarico cellulare con alterazione della funzionalità e conseguente insorgenza di manifestazioni quali ad esempio macchie ipo-ipercromiche, precoce perdita di tonicità, rughe.

Radicali liberi e antiossidanti

Se i radicali liberi sono nemici dell’organismo e della pelle, gli antiossidanti sono invece i migliori alleati per mantenere il corpo in salute e la pelle giovane. Gli antiossidanti sono infatti sostanze che l’organismo produce per bloccare l’azione dei radicali liberi i quali danno origine a un processo di ossidazione e in seguito di invecchiamento

Queste sostanze che proteggono dall’azione nociva dei radicali liberi sono già presenti all’interno del corpo e buona parte di esse viene assunta attraverso l’alimentazione. Tuttavia mangiare cibi ricchi di antiossidanti può non bastare per combattere l’invecchiamento della pelle, perché una parte di essi si disperde nell’intestino e gli effetti benefici possono non arrivare direttamente alla pelle. Per questo motivo i prodotti cosmetici assumono un ruolo importantissimo nel trattamento della pelle, perché gli attivi presenti all’interno sono studiati specificatamente per trattare e proteggere la cute, con un’azione diretta sulla pelle e sui difetti da correggere.

Inserisci la tua email se desideri ricevere una notifica quando l’articolo tornerà nuovamente disponibile.