Peeling Chimici

Trattamenti Specifici per una Pelle Liscia, splendete di salute

I peeling chimici effettuati in studio sono essenziali per ripristinare e mantenere il benessere e l’aspetto della pelle. Offerti da professionisti skincare, questi trattamenti esfolianti aiutano a far riaffiorare lo strato cutaneo più esterno e rivelare una pelle nuova e piena di benessere. I peeling chimici sono disponibili in una varietà di formulazioni e concentrazioni per trattare diverse condizioni cutanee, incluse linee sottili e rughe, imperfezioni, pori dilatati e incarnato della pelle irregolare.

Le informazioni sul Peeling Chimico

Cosa Sono i Peeling Chimici?

I peeling chimici agiscono esfoliando la superficie della pelle per ridurre l’aspetto delle imperfezioni, rendere più liscia la texture della pelle, aumentare la luminosità cutanea e ripristinare il benessere della pelle. Questi efficaci trattamenti possono essere effettuati su viso, collo, décolleté, mani, braccia o gambe. Sono i trattamenti più efficaci nella stimolazione del ricambio cellulare e nel miglioramento dell’aspetto della superficie della pelle.

Quando effettuato da un professionista skincare il trattamento prevede l’applicazione di uno o più strati di soluzione del peeling chimico sulla pelle per una determinata durata di tempo. Questa dipende dal tipo di peeling chimico utilizzato, dalla concentrazione della soluzione, dal tipo di pelle e dalla reattività della pelle stessa al trattamento. Mentre alcuni peeling si neutralizzano da soli, la maggior parte delle formule alla fine del trattamento deve essere neutralizzata con una soluzione tampone o con l’acqua. L’obiettivo del trattamento è creare una sollecitazione della pelle controllata e in sicurezza, che la stimoli ad autoripararsi in modo naturale rivelando così un aspetto più luminoso e rigenerato.

Affidati a Professionisti per un Peeling Chimico
E’ importante che i peeling chimici vengano effettuati da professionisti skincare autorizzati,. Il tuo professionista skincare di fiducia potrebbe inoltre consigliarti innovativi prodotti da utilizzare a casa per preparare la pelle nel modo migliore al trattamento o prolungarne il risultato.

Chi può sottoporsi a Peeling Chimici?

La profondità e il tipo di peeling chimico utilizzato dai professionisti skincare dipendono dalla condizione cutanea, dal tipo di pelle (incarnato della pelle e propensione alle scottature) e dalle abitudini skincare personali. In generale, più scura è la pelle, più attenzione bisogna porre per evitare di scatenare una risposta a livello di pigmentazione. Per la pelle estremamente sensibile e la pelle che presenta disfunzioni della barriera cutanea (pelle a tendenza atopica, tendente a psoriasi ecc.) i peeling chimici sono generalmente sconsigliati.

Consulta il tuo professionista skincare di fiducia per capire quale tipologia di peeling chimico è il più appropriato per il tuo tipo di pelle.

Come Scegliere il tipo di Peeling Chimico più adatto ad ognuno?

I peeling chimici effettuati dal professionista sono classificati in base a quanto profondamente penetrano nella pelle: livello superficiale, medio o profondo. I peeling superficiali penetrano solo nello strato più esterno dell’epidermide. Sono spesso effettuati in una serie di sedute per trattare linee sottili e rughe attorno agli occhi e alla bocca. Il peeling di media profondità è più efficace per segni di invecchiamento più marcati, macchie e imperfezioni. Spesso è associato a trattamenti laser che ne massimizzano l’efficacia. I peeling chimici profondi, infine, risultano abbastanza aggressivi e interessano lo strato reticolare del derma. Tradizionalmente effettuati con il fenolo, i peeling chimici profondi oggi non sono molto diffusi, dal momento che la nuova tecnologia laser è in grado di offrire risultati migliori con maggiore controllo e una riduzione del disagio post-trattamento.

Le soluzioni fisiche utilizzate per i trattamenti di peeling chimico rientrano in due categorie principali: acidi idrosolubili, categoria che include acidi alfa idrossido (AHA) e acido tricloroacetico (TCA), e acidi olio-solubili, come acidi beta idrossido (BHA). Alcuni acidi, inoltre, sono sia idro che olio-solubili, come l’acido mandelico e il resorcinolo. In generale, gli AHA possono avere come effetto quello di seccare maggiormente la pelle rispetto ai BHA. Il resorcinolo, inizialmente reso popolare dal peeling con soluzione di Jessner (un mix di acido salicilico, acido lattico e resorcinolo) è in grado di trattare la pelle ruvida, squamosa e indurita, caratteristica che fa sì che venga utilizzato per peeling da medio a profondo.

La tipologia e la profondità del peeling chimico effettuato dipendono dal tipo di pelle, dalla condizione cutanea, dalla classificazione della pelle secondo Fitzpatrick e dalle abitudini skincare. Consulta il tuo professionista skincare di fiducia per mettere a punto un piano di trattamenti specifico per le esigenze della tua pelle e come mantenere a lungo i risultati attraverso trattamenti innovativi da utilizzare a casa.

Come Agiscono i Peeling Chimici?

I peeling chimici migliorano la texture e l’aspetto della pelle rimuovendo lo strato più esterno della pelle. Si tratta di trattamenti viso efficaci per migliorare l’aspetto di linee sottili, rughe e incarnato della pelle irregolare. Durante il trattamento viene applicata una determinata quantità di soluzione sulla pelle di viso, collo, décolleté, mani, braccia o gambe. Questa soluzione agisce reagendo con lo strato esterno della pelle dissolvendo efficacemente i legami che tengono unite le cellule cutanee superficiali, rivelando un incarnato più liscio e pieno di benessere. L’azione di una soluzione chimica è superiore all’effetto di uno scrub o di una spazzola esfoliante. Ma soprattutto, i peeling chimici sono adatti quasi a tutti i tipi di pelle. L’importante è scegliere la soluzione chimica più indicata per il proprio tipo e condizione cutanei.

Gli acidi chimici sono poi suddivisi ulteriormente in base al pH della formulazione (più basso è il pH, più forte è l’acido) e alla stessa dimensione della molecola. Ad esempio, l’acido glicolico in una concentrazione del 20% con un pH di 3 sarà più forte della stessa formulazione di acido lattico, poiché le molecole glicoliche sono molto più piccole e hanno quindi una maggiore capacità di penetrare la barriera della pelle.

Il tuo professionista skincare di fiducia sarà in grado di determinare la formulazione peeling più adatta alla tua pelle e il regime post-trattamento più efficace.

Ci sono effetti secondari determinati dai Peeling Chimici effettuati dai professionisti?

Anche un peeling chimico superficiale può determinare una sensazione di pizzicore sulla pelle. Tuttavia, questo lieve fastidio si riduce una volta che la soluzione viene neutralizzata. I peeling più profondi possono avere un effetto ancora più marcato e richiedere l’applicazione preventiva di una crema anestetizzante. In generale, la pelle abituata all’applicazione di acidi è in grado di tollerare anche le formulazioni più forti.

I peeling superficiali possono determinare la comparsa di un arrossamento, simile a una scottatura solare di media entità, che può durare da 3 a 5 giorni. I peeling più intensi, da medi a profondi, possono invece determinare arrossamenti più evidenti, gonfiore, formazione di vescicole (in caso di peeling profondi) e/o screpolature da 7 a 14 giorni. I peeling chimici profondi possono richiedere anche l’applicazione di bendaggi per alcuni giorni dopo il trattamento, in combinazione con la prescrizione di antidolorifici per ridurre il fastidio.

Subito dopo un peeling chimico, la pelle diventa maggiormente fotosensibile. Per questo motivo è assolutamente necessario applicare quotidianamente un solare ad ampio spettro dopo il trattamento, oltre ad evitare l’esposizione al sole o ridurla al minimo.

Ci sono Momenti Particolari per Sottoporsi ad un Peeling Chimico?

Le diverse sedute di peeling devono essere definite con un professionista skin care di fiducia. Quando e con quale frequenza effettuare un peeling chimico è da definire in base alla profondità e alla concentrazione del peeling stesso. I peeling chimici superficiali possono essere parte di un programma mensile continuativo per mantenere il benessere e l’aspetto della pelle. I peeling di media profondità sono generalmente effettuati in una serie di 3-6 sedute, mentre i peeling profondi possono essere effettuati solo una o due volte all’anno...

A causa dell’effetto esfoliante dei peeling chimici, la pelle potrebbe diventare più vulnerabile al danneggiamento provocato dalle aggressioni ambientali subito dopo il trattamento. È per questo fondamentale applicare accuratamente e quotidianamente una protezione solare ad ampio spettro. Il tuo professionista skincare di fiducia potrà inoltre indicarti un regime skincare da seguire a casa per aiutare a mantenere i risultati del peeling chimico.

Durante i periodi di maggiore esposizione ai raggi UV o attività all’aperto, i peeling chimici profondi o una serie di sedute di peeling di media profondità dovrebbero essere evitati, poiché determinano un’elevata sensibilità al sole. I peeling chimici superficiali o agenti esfolianti leggeri sono più indicati.

Dove si Possono Effettuare i Peeling Chimici?

Anche se può suonare banale, è importante ricordare che i peeling chimici sono piuttosto aggressivi e possono avere effetti potenzialmente negativi e inaspettati.. Il tuo professionista skincare di fiducia lavorerà insieme a te per definire un piano di peeling chimici personalizzato in base alle specifiche esigenze della tua pelle e indicarti un regime pre e post-trattamento per aiutare a preparare la pelle e proteggerla al meglio.

È necessario seguire un regime skincare quotidiano specifico dopo il trattamento?

Dopo i peeling chimici è consigliato seguire a casa un regime skincare specifico. Rivolgiti sempre al tuo specialista skincare di fiducia per consigli su quali trattamenti seguire a casa.

TI POTREBBERO INTERESSARE:

Inserisci la tua email se desideri ricevere una notifica quando l’articolo tornerà nuovamente disponibile.